La verita' su profilattico, pillola e metodi naturali

Il monitoraggio dell'ovulazione per avere o no una gravidanza

I giovani e i contraccettivi

La pillola e' la scelta giusta per te?

Anche in Italia puoi trovare un libro che ha fatto molto parlare di sé negli Stati Uniti. Intacca una delle più redditizie  convinzioni scientifiche della medicina contemporanea: la pillola anticoncezionale. Certamente...
Read More...

Come si sceglie ed utilizza un profilattico?

Usare correttamente il profilattico, a differenza di quello che comunemente si ritiene, non è semplice, né banale. Un recente studio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità condotto in 14 paesi...
Read More...

La domanda di Alice

Quanto è sicuro il "cerotto anticoncezionale"? (Alice) Il cerotto anticoncezionale è una medicazione occlusiva che la donna applica sulla pelle e ha la funzione di rilasciare nel suo flusso sanguigno...
Read More...

La domanda di Luisa

La mia migliore amica usa la pillola come contraccettivo. Eppure col passare del tempo lei è ingrassata moltissimo e mi confessa di aver perso il desiderio di fare l'amore col suo ragazzo.
Read More...

Domanda e risposta: pillola e libido.

Convivo da circa 2 anni e prendo la pillola perchè non voglio avere una gravidanza in questo momento così importante per la mia carriera in banca.
Read More...
  • 1
  • 2

Sesso Sicuro: quello che nessuno sa.

Abbiamo confrontato, per voi, con metodo scientifico, i principali metodi di contraccezione oggi esistenti e abbiamo sintetizzato i risultati nell'articolo e nella scheda sottostante.
Leggi tutto...

Pillola: precauzioni prima di assumerla

Vista la disinformazione fornita dai media, in relazione ai contraccettivi ormonali, abbiamo pensato di interpellare la Dott.ssa Marialessandra Panozzo,
Leggi tutto...

Pillola naturale: rischi e benefici.

Mentre le case farmaceutiche continuano a cavalcare l'onda alla ricerca della naturalità - dopo Klaira...
Leggi tutto...
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Abbiamo confrontato, per voi, con metodo scientifico, i principali metodi di contraccezione oggi esistenti e abbiamo sintetizzato i risultati nell'articolo e nella scheda sottostante.

Innanzitutto chiariamo cosa si può intendere per sesso sicuro. Per sesso sicuro si può intendere il grado di sicurezza con cui avere un rapporto sessuale senza avere una gravidanza indesiderata oppure il grado di sicurezza con cui avere un rapporto sessuale. senza contrarre una malattia sessualmente trasmissibile. Parliamo prima di quest'ultimo aspetto: l'unico contraccettivo che diminuisce sensibilmente, ma non azzera, le possibilità di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile è il profilattico se correttamente utilizzato. Uno studio effettuato nel 2000 dal Dipartimento della salute americano (Workshop Summary: Scientific Evidence on Condom Effectiveness for Sexually Transmitted Disease (STD) Prevention) conferma che un uso tipico del preservativo riduce dell'85% il rischio di contrarre il virus dell'HIV. La scienza dunque non dice che il preservativo annulla il rischio, come erroneamente ritenuto, ma solo che lo riduce. E' ovvio che la donna e l'uomo tutelano la propria salute quanto più diminuisce la loro esposizione alla possibilità di contagio. In ogni caso, se un uomo e una donna esercitano la prostituzione, hanno frequenti rapporti occasionali con persone di cui non conoscono la salute, l'unico metodo contraccettivo consigliabile è l'uso del profilattico, con l'avvertenza che all'aumentare del numero dei partner conosciuti sessualmente aumenta comunque la possibilità di contrarre malattie veneree. E' ovvio che il preservativo va utilizzato anche se si ha un'unica relazione sessuale ma non si è sicuri che il partner non abbia contratto malattie sessuali. Basta una semplice analisi per fugare ogni dubbio. Vediamo invece cosa ci dice la scienza in merito ai metodi più efficaci per non avere gravidanze indesiderate. Primo mito da sfatare, non ce ne vogliano le multinazionali del settore, ma il preservativo non è così efficiente come si pensa nel prevenire le gravidanze. L'Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2010, in riferimento ad un campione costituito da coppie americane monitorate durante il primo anno di utilizzo del condom, registra il 2% di gravidanze indesiderate in caso di uso perfetto (continuativo e corretto), ma purtroppo si raggiunge il 15% di gravidanze indesiderate in caso di uso tipico (si considera l'intero campione, indipendentemente dal fatto che vi sia stato un uso perfetto del metodo contraccettivo utilizzato). La pillola ormonale è efficiente (0,4 gravidanze indesiderate ogni 100 donne), ma le controindicazioni per la salute delle donne sono pesanti e non trascurabili e non è vero che le pillole naturali o mini abbiano meno controindicazioni: ipertensione, malattie cardiovascolari, tensione mammaria, emicrania, aumento di peso, acne, aumento rischio carcinoma della mammella. Basta leggere attentamente il foglio illustrativo del prodotto e verificare come ci si sente dopo aver assunto la pillola. In ogni caso si tratta di un farmaco che viene fatto assumere ad una donna sana, mentre in genere i farmaci vengono assunti solo da persone malate. Inoltre la sospensione del ciclo ormonale è un fatto innaturale. Esistono poi gli indicatori di fertilità e questa è la grande scoperta. Gli indicatori di fertilità si dividono in due grandi famiglie: quelli che rilevano l'ormone LH e quelli che studiano la curva della temperatura basale. Questi rilevatori si basano sulla certezza scientifica che una donna è fertile solo durante alcuni giorni del mese e che quindi nella maggioranza dei giorni non è necessario per lei usare un sistema di contraccezione. Questi prodotti elettromedicali indicano quando è possibile avere rapporti senza l'uso di un contraccettivo. In seguito all'estrapolazione di dati sperimentali raccolti in studi clinici indipendenti, che sono stati certificati, l'affidabilità di uno dei migliori rilevatori ormonali (Persona) risulta essere del 94%, quando il sistema è usato secondo le istruzioni e come unico metodo di contraccezione. Questo vuol dire che ben 6 donne su 100 hanno una gravidanza indesiderata utilizzando questo apparecchio. Non è così utilizzando il miglior rilevatore di fertilità basato sul rilevamento della temperatura basale. In seguito all'estrapolazione di dati sperimentali raccolti in studi clinici indipendenti, che sono stati certificati, l'affidabilità di uno dei migliori rilevatori termici (Pearly) risulta essere del 99,3%, quando il sistema è usato secondo le istruzioni e come unico metodo di contraccezione.

Nella tabella sottostante, che è stata curata dal Centro Studi Ladyfertily,  è stata riassunta l'affidabilità dei vari metodi contraccettivi sulla base di criteri scientifici. Ti stupirai di scoprire che la scienza smentisce molti dei luoghi comuni più diffusi in materia di regolazione della fertilità e di contraccezione. Innanzitutto deve risultarti chiaro che non esiste alcun metodo contraccettivo sicuro al 100% (fatta eccezione per l'astinenza) e che molti sistemi contraccettivi hanno pesanti controindicazioni ed effetti collaterali. Ovviamente citiamo con precisione le fonti dei dati e decliniamo qualsiasi responsabilità per la validità delle informazioni se gli studi o le fonti citate si rivelassero errate. Siamo sempre pronti ad integrare la nostra ricerca con ulteriori dati ed informazioni che ci venissero sottoposti. Al momento le fonti che citiamo non risultano contestate da nessuno.

Per comprendere la tabella, innanzitutto occorre capire cosa sia l'indice di Pearl.

L’indice di Pearl è lo standard internazionale per valutare l’efficacia di un metodo contraccettivo. Per il suo calcolo bisogna utilizzare i seguenti dati:

- gravidanze osservate nel periodo considerato 

- cicli mestruali nei quali è stato utilizzato un determinato metodo contraccettivo.

È necessario, inoltre, considerare che mediamente una donna ha 13 cicli mestruali l’anno. Tenendo conto di questi dati, la formula per il calcolo dell’indice di Pearl è la seguente:

 

Indice di Pearl =        numero di gravidanze x 1300

                             numero di cicli mestruali valutati


Minore è questo valore più elevata è l’efficacia del metodo contraccettivo. Idealmente, l’indice di Pearl di un contraccettivo veramente efficace dovrebbe essere pari a zero. Tuttavia, nessun contraccettivo, tranne l’astinenza, può dare un’efficacia del 100%, neanche se usato correttamente.

Nella tabella sottostante sono riportati due Indici di Pearl:

uso perfetto (ME -Method Error), che esprime la sicurezza del metodo. Si considerano solo le coppie del campione che dichiarano di aver usato perfettamente il metodo.

uso tipico (UE - User Error ): indice di sicurezza che tiene conto degli errori di utilizzo. Si considera l'intero campione indipendentemente dall'uso corretto del

Nel caso di Pearly, l'UE-User Error tiene conto dunque anche delle gravidanze con rapporti non protetti avvenuti nei giorni indicati come fertili (rossi).

 

DescrizioneSicurezza
ME-Method E.
UE-User E.
ProContro

Metodi Naturali di regolazione della fertilità - Contraccezione naturale

Pearly

ME 0,7a
UE 3,8a

Naturale, non invasivo, affidabile, semplice da usare, esente da costi mensili aggiuntivi, dopo l'acquisto. Sicurissimo nei giorni riconosciuti come non fertii (verdi).

Nei giorni fertili è necessaria l'astensione dai rapporti completi o l'uso, di metodi di barriera con o senza metodi chimici, tenendo presente che, in tal caso, la copertura contraccettiva è quella del metodo scelto.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

LadyComp

BabyComp

Naturale, come Pearly e LadyComp, con in più il programma specifico per la pianificazione di una gravidanza mirata.

Persona misurazione dell’LH nell’urina.

ME 6,0b
UE 12,0b

Naturale, mantiene il naturale ciclo ormonale, non è invasivo.

Poco consigliato come metodo contraccettivo per chi cerca soprattutto la sicurezza.
Inaffidabile per chi ha cicli irregolari. Ci sono ulteriori costi mensili dopo l’acquisto.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Metodo sintotermico
di Roetzer

ME 0,7c- 2,0d
UE 2,8e- 25,0f

Naturale, mantiene il naturale ciclo ormonale, non è invasivo.

Richiede cooperazione e una grande consapevolezza oltre che la comprensione del ciclo di fertilità e una continua dedizione consapevole. 
La sicurezza dipende dal grado di conoscenza ed esperienza del metodo.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Metodo della temperatura

ME 0,7c
UE 25,0f

Naturale, mantiene il naturale ciclo ormonale, non è invasivo.

Metodo “manuale”. Il pericolo esiste nell’interpretazione errata dei dati.
Possibilità di rapporti liberi, limitati alla fase post-ovulatoria. 
Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Metodo Billings
-osservazione del muco cervicale

ME 3,0f
UE 25,0f

Naturale, mantiene il naturale ciclo ormonale, non è invasivo.

Metodo “manuale”. Richiede disciplina e tempo.
Per una corretta applicazione del metodo è necessario che sia insegnato e appreso correttamente, poiché rimane, affidato ad osservazioni soggettive.  
Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Coito Interrotto

ME 4,0f
UE 27,0f

Naturale

Non è considerato un metodo, anche se ancora molto diffuso.
Nel liquido che l’uomo emette già prima della eiaculazione vi possono essere spermatozoi e questo è spesso causa di gravidanze non desiderate.
Qualsiasi pratica con penetrazione (senza protezione) nei giorni potenzialmente fertili è ad altissimo rischio.
Sicurezza non soddisfacente, praticamente non esistente. Il coito interrrotto non fa parte del metodo della contraccezione naturale. E' un non metodo. Sconsigliato.

Nessun metodo

ME 85,0f
UE 85,0f

Naturale

Non adatto per una contraccezione naturale, sicura e consapevole.

Metodi contraccettivi di Barriera

Preservativo
maschile

ME 0,2-2,0g
UE 2,0-15f

Barriera
Nessun effetto collaterale.
Protegge dalle malattie sessualmente trasmisibili e dalle infezioni genitali, come epatite, gonorrea clamidia, AIDS.

Richiede la cooperazione del partner; inaccettabile per alcune coppie; Non sempre gradito perché può disturbare e "dividere”.
E' importante seguire le istruzioni d'uso e selezionare attentamente taglia e materiali adatti
.

Preservativo
femminile

ME 5,0f
UE 21,0f

Barriera
Nessun effetto collaterale.
Materiale non in lattice, controllo da parte della donna

Posizionamento richiede conoscenza del proprio corpo; maggior attenzione durante il rapporto

IUD o Spirale
in rame

ME 0,6f
UE 5,0h

Barriera
Non richiede la pianificazione dei rapporti.

Rischio di infiammazioni e gravidanze extra-uterine.Inserimento spesso doloroso, necessita di periodici controlli ginecologici.
Rischioso per donne che vogliono avere un figlio in un secondo tempo. Poco sicuro.

Diaframma
(associato a crema o gel spermicida)

ME 6,0f
UE 16,0f

Barriera
Può essere inserito prima del rapporto e non richiede interruzioni.

Inaccettabile per alcune coppie; può provocare irritazione ai genitali;
il tasso di fallimento è maggiore se la frequenza dei rapporti è superiore a tre la settimana.
Deve rimanere nella vagina per 6-8 ore dopo l’amplesso avvenuto senza potersi lavare. Consigliabile solo in combinazione con un metodo chimico. Serve assistenza del medico per individuare la misura corretta. 
Poco sicuro.

Metodi contraccettivi Ormonali

Contraccettivi ormonali
- pillola,
- cerotto,
- anello

ME 0,1-0,7j
UE 8,0f-9,0k

Ormonale
Sicura

Influisce sul sistema ormonale, in quanto medicinale, non di rado causa effetti collaterali. Elevato il rischio per la salute delle fumatrici.
Indispensabile un controllo periodico da parte del ginecologo.
Attenzione alle controindicazioni.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Mini pillola
pillola di solo progestinico

ME 0,3f- 0,5j
UE 3j - 8f

Ormonale
Sicura

Influisce sul sistema ormonale, in quanto medicinale, non di rado causa effetti collaterali. Elevato il rischio per la salute delle fumatrici.
Indispensabile un controllo periodico da parte del ginecologo.
Attenzione alle controindicazioni.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Spirale
medicata
Mirena

ME 0,6i
UE 3,0i

Ormonale
sicura

Tutti gli effetti colatterali della spirale di rame IUD - vedi sopra- a cui sommare possibili disturbi psichiatrici, spotting, ammenorrea, ritenzione idrica, atrofizzazione dell'utero, emmorragie.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Ormoni iniettabili

ME 0,05-3,0f
UE 0,05-3,0f

Ormonale
Sicura

Influisce sul sistema ormonale, in quanto medicinale, non di rado causa effetti collaterali. Elevato il rischio per la salute delle fumatrici.
Indispensabile un controllo periodico da parte del ginecologo.
Attenzione alle controindicazioni

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Altri Metodi contraccettivi

Sterilizzazione maschile

ME 0,10f
UE 0,15f

Vasectomia
Sicurissima

E' necessario un intervento chirurgico che solo raramente è reversibile.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Sterilizzazione
femminile

ME 0,5f
UE 0,5f

Chiusura delle tube Sicurissima

E 'necessario un intervento chirurgico che solo raramente è reversibile.

Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

  1. Freundl, G., Frank-Herrmann, P., Godehardt, E., Klemm, R., Bachhofer, M. (1998) Retrospective clinical trial of contraceptive effectiveness of the electronic fertility indicator Ladycomp/Babycomp. Advanced Contraception 14(7), 97-108.

  2. Bonnar, J., Flynn, A., Freundl, G., Kirkman, R., Royston, R., Snowden, R. (1999) Personal hormone monitoring for contraception. The British Journal of Family Planning, 24(4), 128-34.

  3. Roetzer, J. (1995) La regolazione naturale della fertilità, Cortina Editrice, Verona

  4. Wechsler, T. (2006) Taking charge of your fertility, HarperCollins Publishers, New York.

  5. Frank-Herrmann, P., Heil, J., Gnoth, C., Toledo, E., Baur, S., Pyper, C., Jenetzky, E., Strowitzki, T., Freundl, G. (2007) The effectiveness of a fertility awareness based method to avoid pregnancy in relation to a couple's sexual behaviour during the fertile time: a prospective longitudinal study. Human Reproduction 22(5), 1310-19.

  6. Trussell, J. Contraceptive efficacy. In Hatcher, R.A., Trussell, J., Nelson, A.L., Cates, W., Stewart, F.H., Kowal, D. (2007) Contraceptive Technology: 19th Revised Edition. New York, Ardent Media.

  7. Grella, P. V., Massobrio, M., Pecorelli, S., Zichella, L. (2006) Compendio di Ginecologia e Ostetricia, Monduzzi Editore, Bologna

  8. Tratto dal libretto illustrativo di ParaGard T 380A

  9. Blumenthal, P.D., Voedisch, A., Gemzell-Danielsson, K. (2010) Strategies to prevent unintended pregnancy: increasing use of long-acting reversible contraception, Human Reproduction Update, 7.

  10. Tratto dal Sito web della casa farmaceutica Schering www.obgyn.net

  11. Kost, K., Singh, S., Vaughan, B., Trussell, J., Bankole, A. (2008) Estimates of contraceptive failure from the 2002 National Survey of Family Growth, Contraception 77(1), 10-21

La tabella riportata sopra è stata predisposta dal Centro Studi Ladyfertility, che ne ha concesso la pubblicazione.

Il Laico